Comune di Signa

BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI UN IMMOBILE DI PROPRIETÀ COMUNALE DESTINATO A PUBBLICO ESERCIZIO POSTO NEL GIARDINO DEL “IL CROCIFISSO” IN SIGNA | Comunicazione data seduta pubblica per esame offerte economiche

Si comunica che la data della seduta pubblica per l'apertura delle offerte economiche è fissata per Mercoledì 14 Aprile alle ore 10:00.

________________________________________________________

Si rende noto il Bando con il quale l'Amministrazione comunale intende individuare soggetti per l'affidamento in concessione di un immobile di proprietà comunale destinato a pubblico esercizio posto all'interno del giardino di quartiere "Il Crocifisso".

Le domande dovranno pervenire entro le ore 12:30 del 12.03.2021.

 

FAQ

1) E' possibile accedere alla pianta in scala del chiosco in formato pdf o, se possibile, in formato dwg?

Risposta: E' possibile accedere al file della planimetria in formato pdf (clicca qui) oppure in formato dfx (clicca qui) che è un formato di interscambio importabile da vari software.


2) Nell’indicazione del prezzo dell’offerta economica, il valore indicato deve essere in percentuale o nominale?

Risposta: L'offerta economica deve essere presentata secondo il modello allegato al bando. Si tratta di indicare l'importo, a rialzo, rispetto alla base di gara. L'importo deve essere espresso in numeri e lettere e non in percentuale.


3) La persona fisica, che presenterà la domanda, con ruolo di rappresentante legale della costituenda impresa/ditta/società, deve individuare in fase di domanda i propri soci? Può essere costituita una ditta individuale? Può integrare i soci con l’attività in corso?

Risposta: Nella domanda non devono essere indicati i soci della costituenda impresa/ditta/società. Può essere costituita impresa individuale e la società può prevedere l’integrazione di soci. Tutti i soggetti devono rispondere ai requisiti di legge di cui all’art 3 del bando.


4) A quanto ammonta il deposito cauzionale provvisorio? E quanto la garanzia in capo al soggetto aggiudicatario?

Risposta: Il deposito cauzionale provvisorio, da presentarsi nell’offerta, ammonta a due mensilità dell’importo posto a base di gara.
L’importo della fideiussione definitiva ammonta a 12 mensilità il cui valore si basa sul canone mensile offerto dall’aggiudicatario della concessione.


5) Il punto1.a della tabella 1 “offerta tecnica” si riferisce ad attività di aggregazione che possono spaziare a fasce di età sia di bambini che ragazzi/giovani adulti e anziani?

Risposta: Si


6) E' possibile installare telecamere per sorvegliare l'area esterna di pertinenza del chiosco?

Risposta: Si è possibile, in seguito all'esito positivo della pratica da presentarsi alla Polizia Municipale.


7) Quali sono i requisiti professionali per l'apertura dell'attività?

Risposta: Il requisito professionale è obbligatorio per iniziare l'attività. Il requisito deve essere posseduto alla presentazione della SCIA al SUAP.

Non è possibile dichiarare di star frequentando il corso e nel frattempo iniziare a lavorare, ma può essere nominato un preposto in possesso del requisito. Il possesso del requisito professionale è "sganciato" dall'iscrizione al Registro Imprese. Cioè è possibile aver fatto il corso e non essere
iscritto e/o viceversa.  Il requisito si può maturare in vari modi indicati all' Articolo 12 LRT 62/2018 Testo Unico del Commercio.


8) Come si calcola la TARI per il chiosco?


Risposta: La TARI  si calcola sulla superficie netta in base alle tariffe deliberate annualmente dal Consiglio moltiplicando i mq per la categoria 24. A tale conteggio deve essere aggiunta la TEFA nella misura del 5% dell'importo TARI dovuto.


9) Per la resede costituita da giardino, come verrà conteggiata la TARI? Il giardino si ipotizza utilizzato non adibito a semplice area verde?

 

Risposta: Essendo utilizzato per l'attività diventa area produttiva e quindi tassabile applicando la riduzione per stagionalità. 


10) In merito all'idonea dichiarazione bancaria attestante la capacità economico-finanziaria del soggetto che partecipa alla gara, può essere considerata idonea la documentazione inerente l'estratto conto, il possesso buoni, ecc per la presentazione delle offerte? La richiesta sorge poichè alcuni istituti di credito per fornire la dichiarazione impiegano un quantitativo di giorni tali che viene superata ladata di scadenza del bando.

Risposta: Di norma, la prova della capacità economica e finanziaria dell'operatore può essere fornita mediante uno o più mezzi di prova indicati nell'Allegato XVII, parte I (art. 86, c. 4, D.lgs. 50/2016). L'operatore economico che, per fondati motivi, non è in grado di presentare le referenze chieste dall'Amministrazione aggiudicatrice, può provare la propria capacità economica e finanziaria mediante un qualsiasi altro documento considerato idoneo dalla stazione appaltante.
Può essere considerata idonea, ai fini di questa gara, la documentazione concernente estratto conto, posseso buoni, fondi, etc., allegando le motivazioni ostative, documentate, alla presentazione di quanto richiesto dal Bando.

 

11) L’Istituto di credito ci ha comunicazione di non poter fornire con la tempistica necessaria alla partecipazione al bando la fideiussione bancaria, mentre per la fideiussione assicurativa più agenzie assicurative hanno posto un rifiuto; sono pertanto a chiedere se è possibile effettuare un deposito in tesoreria.

Risposta: Si, è consentito effettuare un versamento in tesoreria a titolo di cauzione provvisoria tramite bonifico e contanti. 
La Tesoreria Comunale di trova presso l'Istituto di Credito: MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A. in Piazza Cavallotti n. 8.

IBAN  IT52D0103038110000001500022


12) In merito alla cauzione provvisoria è possibile effettuare versamento con assegno circolare?


Risposta: Si, la Tesoreria fa sapere che verranno ACCETTATI CONTANTI/ BONIFICI/ CIRCOLARI INTESTATI AL COMUNE. Le operazioni verranno effettuate previo appuntamento. Telefono 055/8791411
 

 


 

Notizia pubblicata il 08/04/2021